Peloponneso in inverno: sosta libera

Nafplion
winter_wildPrendendo lo spunto da una discussione su un forum riguardo lo svernare in Grecia, ho deciso di approfittare delle feste di Natale per fare un giro nel Peloponneso e provare in prima persona se si tratta di un’opzione sensata oppure no. Ho visitato tre punti classici per la sosta libera invernale e tre campeggi. Cominciamo con i primi…

NafplionNafplionNafplionComincio subito con il dire che la Grecia in inverno non è paragonabile ai posti caldi come il Marocco. Durante il mio viaggio lungo la costa del Peloponneso la temperatura all’interno del camper non ha mai superato i 23/24 gradi, in compenso il riscaldamento regolato sui 10 gradi di notte e 15 di giorno non si è mai acceso.
Ha piovuto parecchio, ma quasi sempre di notte e con frequenti rischiaramenti e sole abbondante durante il giorno. In linea di massima la pioggia non ci ha creato problemi.
Il primo posto dove ci siamo fermati è stato Nafplion, nel ampio e tranquillo parcheggio del porto [37.56816,22.80085]. Con grande sorpresa mi sono reso conto che ci sono più camper in sosta durante l’inverno che non d’estate! In effetti è una posizione ideale, vicini a una cittadina bella e molto movimentata anche fuori stagione. Clima mite, ampia scelta di negozi e supermarket per gli approvvigionamenti. Possibilità di caricare e scaricare a pochi chilometri sulla spiaggia di Karathona [37.54534,22.82165] dove, volendo cambiare paesaggio, ci si può tranquillamente fermare anche a dormire qualche notte. Se si dovesse avere bisogno urgente di corrente elettrica o di fare una lavatrice, si può andare al ‘vicino’ campeggio Iria Beach, 23km a sud.
Nafplion
Nafplion
Sopra la vista dal finestrino del nostro camper.

A sinistra, il caratteristico Bourtzi, simbolo di Nafplion.

Sotto, vista su Argos e il suo castello dal porto di Nafplion.
Nafplion
Nafplion
Sotto a sinistra, lo scarico per i WC chimici sulla spiaggia di Karathona [37.54251,22.82364], non è facile da trovare se non si sa cosa si cerca!
A destra, il sistema per i pannelli solari che ho visto usare da molti per sfruttare meglio i raggi molto obliqui del sole invernale.
Nafplion, KarathonaNafplion

EliaEliaConsigliati da un camperista francese incontrato a Nafplion, abbiamo fatto la seconda sosta libera sulla spiaggia Kokkinià [36.79862,22.78333], sulla strada per Neapoli. Pare che sia uno dei posti più caldi del Peloponneso. In effetti al mattino alle 8, prima che uscisse il sole avevamo 14 gradi in macchina. Noi ci siamo fermati solo una notte, in compagnia di altri 4 camper e anche qui si può caricare e scaricare comodamente. Per fare la spesa bisogna fare 4 chilometri per Glykovrissi o sette per Elea, mentre in caso di bisogno il campeggio più vicino è il Gythion Bay che si trova a circa 40 chilometri.
EliaElia
Sopra due simpatiche soluzioni fai da te per rendersi la vita più facile,
Sotto, la bella spiaggia di Kokkinià
Elia

Proseguendo verso Gythion sono passato dalla famosa spiaggia del relitto e malgrado ci fosse un camper con tanto di panni stesi ad asciugare, la pioggia aveva trasformato tutto il parcheggio in una enorme pozzanghera fangosa, stesso problema anche nel caso della famosa spiaggia di Voidokilià!
L’ultima sosta libera sulla costa del Peloponneso l’abbiamo fatta a Kalò Nerò [37.29704,21.69503] in compagnia, questa volta, di un solo camper olandese. Qui non abbiamo trovato servizi, l’unica doccia sulla spiaggia non funzionava, ma la posizione è ottima e il centro abitato è a due passi.
Kalo Nero

In conclusione, per chi non cerca il caldo estivo, il Peloponneso è sicuramente una destinazione invernale interessante, con temperature sopportabili, dove si può sostare in libera senza problemi e in piena sicurezza. In più offre molto da vedere lungo il percorso, anzi l’inverno è sicuramente la stagione migliore per visitare i siti archeologici evitando la ressa e il caldo dell’estate.


Ingrandisci Mappa

Coira, la capitale dei Grigioni
Peloponneso in inverno: campeggi
Condividi questo post
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *