Avventura a Magenta

Italy, Magenta
italia_lombardiaSiamo per strada e nel giro di un paio di giorni mi ritrovo con una perdita di gas e una perdita d’acqua dallo scaldabagno. Vicini a Milano e non conoscendo officine nei dintorni, mi è sembrata una buona idea rivolgermi all’assistenza della rinomata Camping Sport Magenta per risolvere i problemi. Cosa che si dimostrerà essere stata un grosso errore…

La perdita di gas non era una cosa che mi preoccupava più di tanto, non faceva ancora troppo freddo per dover accendere il riscaldamento e senza frigo potevo tirare avanti qualche giorno. Quando però ho scoperto la perdita d’acqua ho chiamato immediatamente la Camping Sport Magenta, spiegando che essendo in viaggio, dovremmo risolvere il problema urgentemente e possibilmente in giornata visto che sul camper ci viviamo. Mi rispondono molto gentilmente che assolutamente sarei potuto passare l’indomani mattina e che avrebbero fatto il possibile per riparare il nostro mezzo. Così per guadagnare tempo, arriviamo alla sera nella comoda area camper del negozio [45.47847,8.88788], dove pernottiamo in modo da poter entrare al mattino appena avrebbero aperto.

Alle 9.00 puntualissimo mi presento all’accettazione dell’officina e le cose già cominciano male… non risulta l’appuntamento. Spiego all’impiegato la situazione, che con l’aria di farmi un grande favore, accetta di fare almeno una diagnosi per capire l’entità del danno, anche se vede molto difficile che si risolva la cosa in giornata.
Vengo schedato per benino e poi mi chiede tutti i sintomi che ho riscontrato per passarli sulla scheda di accettazione. A questo punto dico ingenuamente che forse sarebbe meglio se parlassi direttamente con il tecnico che se ne occuperà, per spiegargli anche un paio di particolarità dell’impianto a gas (che ho fatto modificare) e rendergli le cose più semplici… mi guarda come se fossi un marziano e mi risponde che assolutamente non si può fare, di lasciargli le chiavi e che mi avrebbe chiamato quando ci sarebbero state novità!
Ora mi chiedo, se chiamaste un idraulico a casa vostra e vi dicesse di lasciargli le chiavi e di andare a fare un giro, di non preoccuparvi che vi chiama lui quando ha finito, vi sembrerebbe normale? Mah…
Comunque non ho scelta, prendo un paio di cose dal camper che mi possono servire durante l’attesa e vado a fare un giro. Per fortuna il supermercato di articoli per camper è fornitissimo ed è un passatempo piacevole… tipo Ikea per intenderci: è impossibile uscire senza aver comprato qualcosa 😉

Girando per le corsie mi accorgo di aver dimenticato gli occhiali in macchina. Mentre sto rimuginando per decidere se vale la pena o no di andare a chiedere il permesso di andarli a recuperare, vedo da una delle vetrate del market il mio camperino parcheggiato insieme ad altri nel cortile posteriore, con un tecnico che sta tirando fuori le nostre scarpe e aggeggi vari per farsi strada per arrivare allo scaldabagno… segno del destino? Esco, faccio il giro dello stabile, arrivo al mio mezzo che trovo con tutte le porte spalancate, però del tecnico neanche l’ombra. Aspetto un paio di minuti, non arriva nessuno e mi dico che prima che qualcuno mi veda e pensi male, meglio andar via. “Rubo” i miei occhiali dal mio camper indisturbato e torno indietro, sperando che non passi da lì qualcun altro a prendere quello che gli può servire.

Torno nel market e di tanto in tanto do un’occhiata per vedere come procedono i lavori. Quando finalmente vedo il camper con le porte chiuse mi decido a passare dall’accettazione per chiedere notizie. La risposta è che è quasi pronto, devono fare gli ultimi controlli e di non preoccuparmi che mi chiamano loro quando è pronto!

Altro giro per i corridoi del market, che ormai conosco a memoria e dopo una mezz’oretta esco a prendere una boccata d’aria e vedo che il camper è ora parcheggiato nella zona di consegna… ma non mi avrebbero dovuto chiamare? Vado dal solito impiegato che mi dice che è pronto! La perdita di gas era dovuta a delle fascette allentate, che hanno lubrificato anche le valvole del frigo e della cucina, che erano indurite, tutto a posto. Per la perdita d’acqua invece niente da fare (mi scusi?). Sfortunatamente non si tratta del tubo che porta l’acqua fredda come poteva sembrare, la pentola del boiler è bucata e bisogna cambiare tutto, forse si potrebbe anche saldare, ma loro non lo fanno.
Chiedo se hanno uno scaldabagno adattabile e mi sento rispondere che certo che ce l’hanno, solo che costa più di 500 euro! Evidentemente ha ritenuto inutile chiedermi se per caso non avessi voluto sostituirlo… bell’atteggiamento, complimenti.

Italy, Magenta

Vado a pagare la fattura, 100€ e ritiro il camper. Mi fermo nel parcheggio fuori dall’officina e controllo la perdita… il cassettone dello scaldabagno era allagato, quel genio del tecnico, non solo non aveva sistemato la perdita, ma aveva lasciata accesa anche la pompa dell’acqua.
Un po’ nauseato dall’incompetenza e superficialità, svuoto il circuito dell’acqua, cambio i tubi in modo da bypassare lo scaldabagno. Almeno così non perde più e posso usare l’acqua fino a che non trovo una soluzione. Una cosa da dieci minuti.
Rimpiango i miei 100€ che alla fine hanno pagato un po’ di spray cerca fughe e un paio di fascette e riguardando la fattura mi accorgo che dice “manodopera 4” Quattro cosa? quattro ore non è possibile perchè sono entrato alle 9 in punto quando hanno aperto e alle 12.03 avevo pagato la fattura. Ma neache 4 mezz’ore… sempre più schifato dalla presa per il culo, me ne vado, anche perchè ormai sono in pausa pranzo e non ho nessuna voglia di stare ad aspettare per litigare… non serve a niente, la lezione l’ho imparata: mai più grosse officine, dove non vedo cosa fanno e non posso parlare direttamente con chi mette le mani in “casa mia”.

Italy, Magenta

Forlì, più razionalista di così...
Treviglio, una sosta tranquilla
Condividi questo post
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

4 thoughts on “Avventura a Magenta

  1. mi spiace per la disavventura ma nel settore spesso si incappa in simili ladrerie che e’ giusto denunciare, Mi viene da pensare quando questa estate ci siamo fermati a Salonicco da Zampetas dove siamo stati accolti nella sua area completamente gratis con tutti iservizi. grecia -Italio 1-0.

    • Per correttezza, anche a Magenta la sosta e i servizi sono gratuiti. Il market è tra i più forniti e i prezzi sono ottimi.
      Per quanto mi riguarda, alla larga dall’officina !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *