Barcellona in libera? Si può fare!!

Spain, Barcelona
europe_spagnaMesi dopo la visita a Berlino, ci facciamo coraggio e ci prepariamo a riaffrontare una grossa città. Come se non bastasse, leggendo a destra e sinistra, Barcellona sembra essere l’antro della criminalità. Rubano dappertutto, addirittura c’è pericolo che ti aprano il portellone ai semafori per arraffare quello che possono… in libera neanche a pensarci…

Alla fine, anche se un po’ intimoriti all’inizio, ci siamo stati per 11 giorni, in libera e senza nessun problema. Parcheggiati in un’ottima zona residenziale [41.39041,2.11306], non vicinissima al centro (circa 5 chilometri), ma a un quarto d’ora a piedi dalla metro e praticamente di fianco al capolinea del autobus 54 che volendo porta fino in centro. Ciliegina sulla torta, wifi libero, gentile offerta della vicina università 🙂
L’unica precauzione da prendere per trovare posto, è di arrivare di pomeriggio tardi dopo le 19.00 o durante il weekend, evitando però i giorni delle partite di calcio perchè, essendo relativamente vicino allo stadio Camp Nou, si riempie all’inverosimile. Attenzione anche al fatto che non ci sono supermarket e negozi nelle vicinanze. Meglio arrivare riforniti.

Spain, Barcelona

La metro è efficientissima e costa poco, prendendo il biglietto da 10 corse a 9.95€ che può essere condiviso da più persone. Negli undici giorni ci siamo spostati un paio di volte a Colonia Guell, a meno di 15 chilometri dal nostro parcheggio, un posto interessante dal punto di vista dell’archeologia industriale, ma ancora di più perchè ha un’ottima area camper gratuita, per svuotare e caricare acqua [41.3654,2.02544].
La fontanella non ha l’attacco filettato, ma per quel che costa va bene così. Il posto è tranquillo anche per dormire, anche se i pochi posti a disposizione per i camper tendono a riempirsi in fretta.

Spain, Barcelona
Spain, BarcelonaSpain, BarcelonaSpain, Barcelona

Ma torniamo a Barcellona. Già dal primo giro si capisce che si tratta di una città molto particolare. Si respira arte per strada e girare per il centro è come ascoltare la radio, non sai mai cosa sta per arrivare. Ogni angolo che giri vedi qualcosa di diverso, non sempre necessariamente bello, ma di sicuro interessante.

Spain, Barcelona
Spain, Barcelona

Il turismo rovina la città, come si legge da adesivi e stencil in giro per le strade, ed è vero. Barcellona si sta vendendo al turismo e il suo centro rischia di diventare un’altra città fantasma, comprato solo per farci appartamenti da affittare ai turisti e da ricchi stranieri che ci vanno magari due settimane all’anno. Praticamente la via sicura per spegnere proprio quello che è il fascino di Barcellona, la sua vita e il suo movimento.

Spain, Barcelona
Spain, Barcelona

Il centro è splendido. Ci dicono che d’estate è così affollato che è difficile persino camminare. In febbraio, quando ci siamo stati noi, c’era già un bel movimento, ma la situazione era vivibile. Quello che ci è sembrato esagerato invece sono stati i prezzi dei biglietti di ingresso per tutto quello che è firmato Gaudi, ma anche per alcuni altri musei. Abbiamo lasciato perdere, fare file di ore e pagare quei soldi per vedere una chiesa o un palazzo lo lasciamo fare agli altri, se si divertono così…
Noi la sagrada familia l’abbiamo usata per andare in bagno, infatti strano ma vero, nel parchetto di fronte ci sono dei servizi gratuiti, cosa rara da trovare in città. L’altro punto strategico è dentro a Corte Ingles in piazza Catalunia. Dalle informazioni turistiche di fronte invece, si può connettersi a internet e pendere una comoda mappa gratuita della città.

Spain, Barcelona
Spain, Barcelona

Un’altra chicca la libreria Hibernian vicina alla sagrada familia (Carrer de Montseny 17), specializzata in libri di seconda mano stranieri, molto in inglese, ma con anche una selezione interessante di libri italiani a prezzi ridicoli. Da visitare anche i mercati coperti. Il più autentico è quello di Sant Antoni, da non perdere.

Spain, Barcelona
Spain, Barcelona
Spain, Barcelona

Il parco merita un pomeriggio di per se. Si può stare seduti per delle ore a vedere gli spettacoli dei vari acrobati, ascoltare musica o seguire come è capitato a noi le prove di una danzatrice di flamenco… da non crederci 🙂

Spain, Barcelona
Spain, Barcelona
Spain, Barcelona

Barcellona è una città stupenda e non va assolutamente persa. Lo può fare tranquillamente anche chi, guidando un camper normale e non un autobus, non ha voglia di spendere 20 euro al giorno solo per parcheggiare 😉

Spain, Barcelona
Spain, Barcelona
Spain, Barcelona

Un giretto a Girona
Barcellona, l'altra faccia della città
Condividi questo post
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

One thought on “Barcellona in libera? Si può fare!!

  1. Buonasera a tutti.
    Sono arrivato ieri da un viaggio in Spagna e siamo stati 1gg a Barcellone,1 gg a Saragoza e 2 gg a Madrid… Tutto bene tutto perfetto contentissimi..
    Ps. A Madrid il gasolio costa 0.93€……

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *