Ai confini dell’Europa: Parco Nazionale di Dadias

Greece, Thrace, Evros. Dadia forest
dadiaIl parco nazionale di Dadia è un altro gioiello per i naturalisti e in particolare per gli appassionati di ornitologia, ma anche per i meno appassionati è un’occasione da non perdere per osservare rari rapaci, come l’avvoltoio monaco, nel loro ambiente naturale.

Greece, Thrace, Evros. Dadia forest, natural pondIl bosco di Dadiàs è un rifugio importante per ben 36 delle 38 specie di rapaci presenti in Europa. Questa particolarità è dovuta al fatto che il bosco, trovandosi in una zona di confine con pochi abitanti, non ha subito interventi umani distruttivi in tutti questi anni. Al contrario i pochi allevatori e boscaioli fornivano involontariamente il cibo per i rapaci, lasciando le carcasse dei loro animali che morivano. I taglialegna, in più, sfoltendo il bosco e aprendo così piccole radure, creavano l’habitat ideale per questi uccelli. Sfortunatamente negli ultimi anni sono sempre meno gli allevatori e ancora peggio per i boscaioli, che pare che siano ormai all’ultima generazione. Il risultato porterà a un cambiamento della fauna nel futuro prossimo, malgrado gli scienziati del WWF cerchino di ovviare al problema, provvedendo a lasciare ogni 10-15 giorni una carcassa di animale per i rapaci.

Greece, Thrace, Evros. Dadia village, Ecotourist CenterIl ristorante del centro Eco-turistico.
 
Greece, Thrace, Evros. Dadia forestL’inizio del sentiero che porta all’osservatorio.Greece, Thrace, Evros. Dadia forest, path to the bird hide (observatory)Il sentiero in mezzo al bosco è molto
ben segnalato.

Il centro Ecoturistico è il punto di partenza per le escursioni verso l’osservatorio e per altre passeggiate nel bosco. Chi vuole può approfittare delle escursioni guidate e del materiale informativo a disposizione. Per la notte noi ci siamo fermati in uno spiazzetto sterrato proprio di fianco al centro Ecoturistico.
[ GPS: N 41.122180 E 26.228259 ]

Greece, Thrace, Evros. Dadia forest, reserve's bird observation postL’osservatorio.
 
dadia_avvoltoiAvvoltoi in attesa del pasto.
 
dadia_avvoltoioAvvoltoio visto da uno dei cannocchiali messi a disposizione del pubblico.

I pochi boscaioli rimasti lavorano ancora con sistemi tradizionali. È infatti vietato usare mezzi meccanici nel bosco, al di fuori delle strade tracciate e così sono obbligati a servirsi degli instancabili somari per trasportare i tronchi al punto di raccolta.

Greece, Thrace, Evros. Dadia forest, timber harvest (logging)Greece, Thrace, Evros. Dadia forest, timber harvest (logging)
Greece, Thrace, Evros. Dadia forest, timber harvest (logging)

Ciliegina sulla torta, nella località Katrantzides, 9km a Ovest di Dadia (seguire le indicazioni dal paese), un ristorante nel mezzo del bosco, gestito da un’associazione femminile (Gerakina), offre dei piatti imperdibili, oltre che vendere dolci sciroppati e altre specialità della zona.
[ GPS: N 41.12275 E 26.150246 ]

dadia_Gerakina01dadia_Gerakina02dadia_Gerakina03


Ingrandisci Mappa

Ai confini dell'Europa: Delta dell'Evros
Ai confini dell'Europa : La lotta turca nell'olio
Condividi questo post
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *